Quando ti trattieni troppo poi…

trattenuto
La stitichezza, è la reazione da parte dell’intestino, alla mancanza di moto fisico, forti tensioni psicologiche ed emotive, vita sedentaria, alimentazione scarsa di enzimi digestivi, alimentazione iperproteica ed alla disidratazione. A livello Psicosomatico, la stitichezza è legata al trattenersi. Spesso le persone si attaccano a pensieri, idee od a dei ricordi che le tengono bloccate impedendo loro di lasciare la presa nei riguardi dei pensieri, idee o ricordi di cui sopra. Ci si trattiene per timore di perdere, dare del dispiacere, per paura di disturbare e fare arrabbiamere una persona che amiamo od a cui siamo in qualche modo legati, ci si trattiene per timore della reazione altrui. Nei Bambini indipendentemente dalla loro età, alla base della stitichezza, vi è spesso la paura di dare dispiacere al proprio genitore e di dispiacere ad un insegnante che pretende molto da loro a scuola: di non corrispondere alle loro attese. Quindi il bimbo si aggrappa a questa convinzione che gl’impedisce di vivere serenamente e libero. Anche nei rapporti di coppia avviene che solo in presenza del partner uno dei due soffra di stitichezza, mentre quando si trova in un contesto sociale lontano dal partner recupera mobilità intestinale. Un altro esempio lo troviamo anche nell’ambiente del lavoro, nei rapporti col proprio lavoro od i propri colleghi.  Più ci si aggrappa a delle convinzioni e più la stitichezza persiste. La stitichezza diventa poi cronica, quando si provano sensi di colpa che c’impediscono di lasciarci andare nella nostra vita; nel vivere. E’ tutto vincolato al giudizio che gl’altri hanno in me e quando mi libero da questo mio tale pensiero, convinzione, idea che mi libero dalla stitichezza. A sostegno della psicologia degli adulti, consiglio di cimentarsi in letture di autori filosofici quali: Rudolf Steiner, Massimo Scaligero, Gurdjieff, Krishnamurti, Castaneda Carlos, Don Juan Matus e di chiedere supporto a chi ha esperienza in merito all’osservazione ed accettazione della propria persona ed anche come per gli adolescenti di cimentarsi in attività scolastiche ed extrascolastiche, mirate a far continua esperienza di se insegnando loro a svincolarsi dal giudizio altrui e dare il meglio di se per se stessi. Far capire loro che così hanno il bene di chi li circonda. Vale per tutti: fai esperienza di te, mai degl’altri.

Contemporaneamente al lavoro psicologico, supporta il corpo dalla Stitichezza con Gel di Aloe Vera: clicca nel seguente link e scegli il trattamento che ti consigliamo per  Rimedi Stitichezza con Aloe Bits N’Peaches!
Buona Salute!

Aloe Vera alla pesca Forever